Pronta a partire la XXXVI edizione del Palio di S. Maria di Corte, un particolare palio rionale, organizzato dall'omonima associazione, in cui quindici frazioni si sfidano "a colpi di recitazione".

Il teatro Franciscum, Sala della Comunità di Laveno Mombello (VA), ospita come ogni anno il Palio di S. Maria di Corte. La particolarità di questo palio è essere una competizione culturale di carattere teatrale, nata con l’intento di promuovere l’unione tra le frazioni della parrocchia di Mombello e di valorizzare il culto legato alla chiesa di Santa Maria di Corte, costruita nel XIII secolo.
Il Palio di S. Maria di Corte, nato nel 1982, si svolge il primo weekend di febbraio in occasione della festa della Purificazione di Maria (2 febbraio) e le frazioni mombellesi si sfidano realizzando scenette teatrali della durata di 7 minuti (massimo 9) su un tema prestabilito e diverso ogni anno.

Il tema di questa XXXVI edizione è “Credete nei superpoteri?” e ognuna delle 13 frazioni in gara deve rappresentare sul palco una vicenda (sceneggiata da loro) legata a un particolare superpotere che, a sorte, le è stato affidato a inizio ottobre 2017.  Il palio si svolge in due serate (2 e 3 febbraio) dove a giudicare le frazioni c’è una giuria interna al paese al venerdì e una giuria esterna al sabato sera. Questa edizione, inoltre, è la prima gestita dal nuovo comitato eletto il 14 maggio scorso che rimarrà in carica fino al 2021.L’aspetto straordinario di questo palio, e forse la sua formula vincente, è la passione in cui un’intera comunità si mette in gioco, scrivendo, recitando, costruendo costumi e scenografie e soprattutto facendo vivere questa tradizione.